Browsing Category

Dolci e desserts

Collaborazioni/ Decora/ Dolci e desserts

Crostata speziata con marmellata di arance e cannella

crostata natalizia

Il Natale è sempre più vicino e ogni giorno andando al lavoro me lo ricordano le luminarie già affisse lungo le strade della città, fortunatamente ancora spente poiché per me gli addobbi iniziano, come da tradizione nordica, con la prima domenica d’Avvento, però io comunque inizio sempre di più a pensare ai dolci speziati, golosi, a quelle cose che solo a sentirne il profumo ti sembra di essere in una baita in legno e la neve fuori dall’uscio.

Oggi volevo provare qualche prodotto di Decora, visto che ultimamente sta producendo delle linee strepitose per chi, come me, ama la pasticceria: che poi non è che io viva di dolci, anzi, ma amo tanto farli, è creatività pura, è quasi come dipingere o fotografare, non è semplice cucina!

Ho optato per una crostata, l’unione ideale tra il gusto casalingo di un dolce quasi da credenza, perfetto per la colazione o per la merenda, unito ad una sontuosità tutta natalizia, quindi stavolta andiamo a mangiarci una crostata versatile e in veste tutta natalizia!

Qui di seguito trovate la scheda della ricetta, tuttavia vi posto le foto passo a passo per aiutarvi nella realizzazione e nella decorazione della crostata.

Print Recipe
Crostata speziata con marmellata di arance e cannella
Tempo di preparazione 10 mins
Tempo di cottura 50 mins
Tempo Passivo 30 mins
Porzioni
Per uno stampo da 23 cm.
Ingredienti
Per la frolla
Per la farcitura
Tempo di preparazione 10 mins
Tempo di cottura 50 mins
Tempo Passivo 30 mins
Porzioni
Per uno stampo da 23 cm.
Ingredienti
Per la frolla
Per la farcitura
Istruzioni
Per la frolla
  1. Preparare la pasta frolla unendo tutti gli ingredienti e unendo per ultimo il burro freddo a pezzetti, molto velocemente per non "bruciare" l'impasto: se possibile mescolare brevemente tutto a macchina per non scaldare l'impasto con il calore delle mani, poi compattare in un panetto, avvolgerlo nella pellicola e lasciarlo a riposare nel frigorifero per almeno trenta minuti, passaggio fondamentale sia per il raffreddamento che per l'azione del glutine della farina. Stendere la frolla con il mattarello ad uno spessore di circa un centimetro e adagiarla, aiutandosi con il mattarello, all'interno dello stampo precedentemente trattato con dello spray staccante o con burro (o olio) e farina. Appoggiarla delicatamente lungo tutta la parete dello stampo per crostata e togliere l'eccesso di impasto (poi con ciò che avanza fateci dei biscotti).
  2. Bucherellare la base della crostata affinché non gonfi in cottura e stendervi la marmellata, che dovrà essere abbastanza densa per evitare che scivoli sotto il peso della copertura; questa sarà fatta ripetendo la medesima procedura del punto precedente ma utilizzando lo stampo decorativo per crostata Decora, che è una figata perché finalmente anche gli imbranati come me riescono ad ottenere delle decorazioni degne di un pasticcere! Ricoprire la crostata con la frolla appena intagliata ed utilizzare i cuoricini rimasti per decorare ulteriormente la superficie, poi spennellare con del tuorlo sbattuto ed infornare per un'ora a 180° o, se usate il forno ventilato come faccio io, saranno sufficienti 40/50 minuti a 160°; se la superficie dovesse scurire eccessivamente, trascorsa la prima mezzora coprirla un po' di alluminio. Lasciar raffreddare, sformare e servire.
Per la marmellata
  1. Pelare a vivo le arance e versarle, tagliate a pezzetti e raccogliendone il sugo, in una casseruola con lo zucchero, cuocendo fino a raggiungere l'ebollizione e continuando sobollendo fino a che la marmellata non addensa (la prova piattino fa testo come sempre, ossia versare un cucchiaino di marmellata sul piattino ed inclinarlo: se non cola è perfetta), ma facendo sempre attenzione a non caramellarla per non guastarne la delicatezza. A fine cottura usare un frullatore ad immersione per ridurre a purea gli eventuali pezzetti di frutta rimasti interi ed aggiungere la cannella a piacere mescolando.
  2. Per chi ha il Bimby: Inserire le arance pelate a vivo e tagliate in quarti nel boccale, frullare velocemente per spezzettarle, aggiungere lo zucchero e cuocere per 30 minuti a 100 gradi, velocità 1; addensare altri 30 minuti, temperatura Varoma, velocità 1; frullare 10 secondi a velocità 6 avendo cura che il tappo trasparente non si sollevi per evitare ustioni. Io aggiungo la cannella a un minuto dalla fine della cottura.
Recipe Notes

Per gli imbranati come me: fate un po' di frolla in più e stendete la copertura più grossa... sarà molto più maneggevole!

Nel caso in cui vi impazzisca la frolla impastatela di nuovo velocemente con uno o due cucchiai di acqua freddissima.

Se non volete fare la marmellata in casa usatene una di arance amare: si sposa alla perfezione con le spezie della frolla!

Ho usato uno stampo Decora con fondo staccabile e, credetemi, fa davvero la differenza... niente più disastri nell'estrarre il dolce dallo stampo!

Se, come me, amate i sapori speziati aumentate pure la quantità delle spezie usate: io ho abbondato di zenzero e cannella, ben più delle dosi minime riportate in ricetta.

 

crostata natalizia

Avete visto i cuoricini sul bordo?

 

 

 

 

 

 

Dolci e desserts/ Halloween/ Natale

Fave triestine

La storia narra che gli antichi Romani avessero la tradizione di mangiare delle fave sulle tombe dei loro cari in quanto ingrediente principale dei banchetti funebri, vista la credenza che in esse fossero conservate le anime dei loro cari: da qui la tradizione, propria della zona di Trieste e di Gorizia, di commemorare il periodo dedicato ai defunti con la preparazione di queste fave dolci, a golosa memoria di un popolo che ha lasciato dietro di sé una traccia indelebile.

Ciascun colore porta con sé un significato rappresentando un momento della vita: il bianco simboleggia la nascita, il rosa la vita ed il marrone la morte.

La pubblico ora, quando la festività è già trascorsa, proprio perchè è in questo periodo che i panifici e le pasticceria propongono le fave in gran quantità, tant’è che si regalano e si consumano sino a Natale… e siccome sono una bomba calorica e una tira l’altra potevo (ancora una volta) non vestire le sembianze del diavolo tentatore? 🙂

favettte

Print Recipe
Fave triestine
Porzioni
Ingredienti
Porzioni
Ingredienti
Istruzioni
  1. Pelare le mandorle ancora calde dopo averle sbollentate brevemente in acqua, lasciarle asciugare, tritarle finemente e farle riposare al caldo per tre giorni in maniera tale che risultino perfettamente asciutte. Trascorso tale periodo, preparare una pastella con la farina e gli albumi, aggiunti un po’ alla volta, poi unire anche lo zucchero e le mandorle continuando a mescolare sino ad ottenere un impasto soffice. A questo punto dividerlo in tre parti: alla prima unire la vaniglia e il rosolio bianco, alla seconda l’essenza di rosa e l’alchermes e alla terza la cioccolata. Formare delle palline ed adagiarle sulla teglia ricoperta da carta forno (in origine si adagiavano su uno strato di cera!), poi infornare pochi minuti a bassa temperatura, generalmente a 160° al massimo, ma dipende molto dal forno: devono rimanere morbide ma compatte.
Dolci e desserts/ Natale

Torta al cioccolato fondente e confettura

come-fare-una-torta-al-cioccolato

Una torta morbidissima, assolutamente da libidine, grassoccia e cioccolatosa: ovviamente l’autrice non poteva che essere lei, Nigella Lawson, l’adorabile pasticciona che sforna da sempre piatti goduriosi ed ipercalorici.

La propongo perchè il Natale si avvicina e per una volta sono riuscita a mettermi al passo con i tempi, io che di solito posto panzanelle a capodanno e struffoli a ferragosto (confesso di averla fatta anche a settembre), la propongo perchè è facilissima, perchè esce perfetta a chiunque, perchè in casa mia appena impiattata è stato un assalto ed un susseguirsi di bis, la propongo perchè è una coccola unica e confesso di averla mangiata anch’io, che non amo il cioccolato, in periodo di dieta.

Insomma, la propongo perchè è un’esperienza che nella vita va provata 🙂

Print Recipe
Torta cioccolato fondente e confettura
Porzioni
1 stampo da 20 cm.
Ingredienti
Porzioni
1 stampo da 20 cm.
Ingredienti
Istruzioni
  1. Fondere il burro in una pentola a fondo spesso mescolando con un mestolo di legno e, non appena sciolto, spezzettarvi il cioccolato continuando a mescolare; appena sciolto tutto aggiungere lo zucchero con il sale, le uova leggermente sbattute, la confettura la farina, setacciandola, con il lievito. Versare in uno stampo imburrato ed infarinato e cuocere in forno a 180° per 50 minuti. Prima di impiattare fare la consueta prova stecchino.

Dolci e desserts/ Halloween

Muffins alla barbabietola e cioccolato fondente

muffinsbarbabietola

muffinsbarbabietola

Si sta avvicinando Halloween e per la prima volta, dopo anni di merende, di feste e di casino in casa, mi trovo con le stanze addobbate e prive di ragazzi che strillano: oramai il figliolo è cresciuto e se ne va in discoteca, quindi da un lato mi rilasso senza dover sfornare pizze e dolcetti e senza dover pulire i popcorn che costellano il pavimento, dall’altro un po’ mi dispiace perchè tutto sommato mi divertiva organizzare piccole festicciole per loro.

Alla fine il mio spirito festaiolo ha prevalso comunque: insomma, mi era avanzata una barbabietola  dalla ricetta precedente, che poi non è un ortaggio proprio facile da utilizzare, ha un sapore dolciastro un po’ impegnativo, quindi perchè non utilizzarlo in una preparazione dolce?

Non che fossi perfettamente convinta di ciò che andavo a fare, ma è stato un esperimento: a parer mio gradevole, non in linea con un muffin tradizionale, ma ha un suo perchè.

muffinshalloween

muffinsbarbabietolaecioccolato

Print Recipe
Muffins alla barbabietola e cioccolato
Tempo di preparazione 5 mins
Tempo di cottura 40 mins
Porzioni
10 muffins
Ingredienti
Tempo di preparazione 5 mins
Tempo di cottura 40 mins
Porzioni
10 muffins
Ingredienti
Istruzioni
  1. Frullare il cioccolato e metterlo da parte, senza lavare il boccale frullare la barbabietola, aggiungervi l'uovo e il latte, poi il cioccolato, il miele, la scorza grattugiata, lo zucchero ed il sale. Solo successivamente unire il resto degli ingredienti secchi, mescolare bene il tutto e versare nei pirottini. Cuocere in forno statico a 180° per 30/40 minuti.
Dolci e desserts

Japanese pearl chiffon cake

japanesepearlchiffoncake

japanesepearlchiffoncake

Cosa può fare una floodblogger in una giornata di assenza dal lavoro? Beh, i primi giorni solo coccolarsi al caldo vista la febbre che non molla, ma poi, arrivata all’ultimo giorno di malattia, quando oramai uno non ne può più, non resta che mettersi in cucina: non che mi senta molto in forma, ma tra un aerosol e l’altro una fluffosa non guasta mai!

Avevo adocchiato questa meraviglia sul libro di Monica, attirata da quello splendido colore rosa della copertura e dal contrasto cromatico con l’interno di un cioccolatosissimo color marrone: la sua presentazione chiaramente è spettacolare mentre la mia assolutamente non rende giustizia a questo splendore, però vi assicuro che appena ne assaggiate un boccone anche l’estetica della foto lascia il tempo che trova. E’ un’esplosione di cioccolato, leggerissima, che a contatto con la panna della copertura si bilancia alla perfezione: a dire la verità io non mi sono limitata a farcire la torta con la panna, ma ho fatto un frosting aggiungendovi il mascarpone, insomma una cosa golosissima perchè se c’è da farsi del male bisogna farlo bene 🙂

japanesepearlchiffoncake

Print Recipe
Japanese pearl chiffon cake
Tempo di preparazione 20 mins
Tempo di cottura 50 mins
Porzioni
Per uno stampo da 18 cm.
Ingredienti
Per la torta:
Per la copertura:
Tempo di preparazione 20 mins
Tempo di cottura 50 mins
Porzioni
Per uno stampo da 18 cm.
Ingredienti
Per la torta:
Per la copertura:
Istruzioni
  1. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria molto lentamente e, nel frattempo, montare i tuorli sino a farli diventare chiari e spumosi, poi aggiungere ai tuorli, nell'ordine, l'olio, il latte ed infine il cioccolato fuso, continuando a mescolare con le fruste a bassa velocità. Aggiungere poi, setacciati, la farina, il lievito, il sale, il bicarbonato ed il cacao, continuando a mescolare sino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Versare tutto nello stampo da chiffon cake, non imburrato nè infarinato, ed infornare a forno statico, a 160°, per 50 minuti. A fin cottura estrarre lo stampo dal forno e capovolgere sugli appositi piedini fino al completo distacco della torta; eventualmente aiutarsi con una spatola di plastica.
  2. A questo punto montate a neve ferma gli albumi unendovi un pizzico di cremor tartaro, poi aggiungeteli all'impasto mescolando delicatamente con una spatola per non smontare il tutto. A parte montate la panna (io ho messo anche il mascarpone), aggiungete lo zucchero e l'estratto di barbabietola. Se non avete nè la centrifuga nè l'estrattore sarà sufficiente frullare la barbabietola cotta e filtrarla. Decorare la torta, ben raffreddata, con la copertura rosa.
Dolci e desserts

Torta di mele (senza burro nè latte)

 

tortadimeleeyogurt

E’ assodato: amo cucinare i dolci. Non sono una golosona nè li amo particolarmente, ma impastarli, mescolare gli ingredienti, annusare ed infornare è appagante, consolatorio e rilassante; la pasticceria è una scienza esatta eppure il sapere che determinati ingredienti riescono a regalare, se uniti, qualcosa di perfettamente goloso, certo e perfetto fa bene alla psiche, specie dopo una giornata faticosa, magari un po’ storta, di quelle in cui la sera rincasi sfinita, esausta e non ne puoi più del mondo. Allora ti chiudi in cucina e sogni.

Ancora una volta la ricetta è sua: grazie Enrica, anche tu sei sempre una certezza!

tortasenzaburroelatte

 

Print Recipe
Torta alle mele
Tempo di preparazione 20 mins
Tempo di cottura 55 mins
Porzioni
stampo da 24 cm.
Ingredienti
Tempo di preparazione 20 mins
Tempo di cottura 55 mins
Porzioni
stampo da 24 cm.
Ingredienti
Istruzioni
  1. Affettare le mele, sbucciate, e ridurle a spicchi sottili, spruzzarli con del succo di limone affinchè non anneriscano e spolverizzarli con la cannella. Sbattere le uova con l'olio, aggiungervi lo yoghurt, lo zucchero con il pizzico di sale, la buccia di limone grattugiata, la farina e il lievito, continuando a mescolare. Versare tutto in uno stampo a cerniera unto e infarinato, adagiarvi gli spicchi di mela sulla superficie ed infornare a 180°, a forno statico, per 55 minuti.
Recipe Notes

Prima di infornare ho spolverizzato la superficie della torta con un po' di zucchero semolato: con il calore del forno si è formata una deliziosa copertura croccante!

Dolci e desserts

Fluffosa al the matcha con frosting al mascarpone

fluffosathematchaefrostingmascarpone

Questa fluffosa mi aveva incantata sin dalla prima volta che avevo sfogliato il libro di Monica, ma la presenza del the matcha mi intimoriva, forse trattandosi di un ingrediente a me sconosciuto, di difficile reperibilità nella mia città e, non so il perchè, il termine “frosting” mi inquietava, mi sembrava fosse una cosa di complicata realizzazione (probabilmente perchè alcune decorazioni mi riportano la mente alla sac-a-poche, terribile strumento di tortura 🙂 )… e invece non ho resistito! Ad Oderzo l’ho assaggiata, una bontà divina, morbida, delicata, un perfetto equilibrio di sapori nonostante il the matcha sia fortemente erbaceo e i semi di papavero possano non piacere, potevo non provare? Ho acquistato il the matcha online e via con la fluffosa! Facilissima, altro che seguire i miei timori infondati! E il frosting… una cosa da nulla, quindi buttatevi che ne vale davvero la pena 🙂

farelachiffoncake

ricettafluffosaalthematcha

Print Recipe
Fluffosa al the matcha con frosting al mascarpone
Tempo di preparazione 20 mins
Tempo di cottura 75 mins
Porzioni
1 stampo da chiffon cake da 18 cm.
Ingredienti
Per la fluffosa:
Per il frosting:
Tempo di preparazione 20 mins
Tempo di cottura 75 mins
Porzioni
1 stampo da chiffon cake da 18 cm.
Ingredienti
Per la fluffosa:
Per il frosting:
Istruzioni
Per la fluffosa:
  1. Separare le uova in due ciotole: gli albumi andranno montati a neve ferma con l'aggiunta del cremor tartaro, mentre i tuorli andranno emulsionati con l'olio, l'acqua e la scorza dei lime. A parte mescolare lo zucchero, la farina, il lievito, il the matcha e i semi di papavero, praticare un foro al centro e versare l'emulsione di tuorli, acqua, olio e lime, mescolare con una fusta e, non appena saranno amalgamati bene, aggiungere delicatamente gli albumi a neve utilizzando una spatola per non smontare il tutto (sempre mescolando dal basso verso l'alto). Versare nello stampo da chiffon cake senza imburrare, infornare a forno statico a 150° e cuocere per 75 minuti; estrarre, fare la consueta prova stecchino e capovolgere immediatamente lo stampo su un piatto (o su carta forno cosparsa di zucchero a velo) attendendo che la torta si stacchi da sola. Nel caso, e solo a torta raffreddata, aiutarsi con una spatola di plastica. Attendere il più possibile prima di farcire: l'ideale sarebbe cuocere la torta il giorno prima.
Per il frosting:
  1. Versare nella planetaria o in una ciotola il mascarpone, iniziando a montare a bassa velocità, poi aggiungere metà della panna e lo zucchero a velo, continuando a mescolare sempre a bassa velocità e aggiungendo la panna restante. La crema risulterà molto liquida, ma insistete e vedrete che in breve tempo diventerà corposa e gonfia. Tagliare a metà la torta (a me si è spezzata mentre si staccava dallo stampo, quindi sappiate che può capitare, ma non preoccupatevi, vi sarete risparmiati la fatica di tagliarla longitudinalmente), farcirla con un generoso strato di frosting, ricomporla e decorarne l'esterno. La quantità è sufficiente anche per una ricca decorazione con la sac-a-poche, che io ho evitato in quanto sono una perfetta incapace con il suddetto strumento di tortura, quindi ciò che avanzava se l'è divorato mio marito 🙂
Dolci e desserts

Torta con cioccolato fondente, farina di nocciole e rhum

torta-sontuosa-cioccolato-nocciole

Siamo in pieno “Autumn-mood”, fuori l’acqua scende a secchi, l’umidità penetra nelle ossa, ma non per questo intendo trascorrere il mio anniversario di matrimonio senza una coccola: sono passati diciassette anni e anche oggi è domenica, proprio come allora, il sole era stupendo, eravamo ancora abbronzatissimi, ma quest’anno proprio non ci siamo, fa freddo, piove sempre, se va bene soffia un vento gelido, ma non è un problema perchè dopo una settimana di fatica mi fa piacere trascorrere una domenica in casa, tra plaid e divano e con il forno acceso.

come-preparare-una-torta-nocciola-e-cioccolato

Potevo non coccolare il marito con un tripudio di cioccolata? Ho trovato la ricetta perfetta grazie ad un bellissimo articolo di Debora , anche se le mie foto non sono di certo all’altezza delle sue, ma il risultato è questo, una torta sontuosa, ricca, appagante… vi aspetto tutti per festeggiare con noi!

ricetta-torta-nocciole-cioccolato

fare-torta-cioccolato-fondente

fare-torta-nocciole-cioccolato

torta-nocciole-rhum

Print Recipe
Torta con cioccolato fondente, nocciole e rhum
Tempo di preparazione 15 mins
Tempo di cottura 45 mins
Porzioni
6 persone
Ingredienti
Per l'impasto:
Per la glassa all'acqua:
Tempo di preparazione 15 mins
Tempo di cottura 45 mins
Porzioni
6 persone
Ingredienti
Per l'impasto:
Per la glassa all'acqua:
Istruzioni
  1. Sbattere a lungo le uova con lo zucchero, in maniera tale che incorporino più aria possibile, poi aggiungere a filo sia l'olio che il latte, mescolando con cautela affinchè l'impasto non smonti, poi aggiungere la farina setacciata con il lievito, il cacao in polvere setacciato e la farina di nocciole (io ho sbucciato e successivamente macinato delle nocciole di ottima qualità, senza però togliere la sansa), da ultimo aggiungere il rhum e mescolare lentamente. Ungere ed infarinare lo stampo, versarvi l'impasto e cuocere a 180°, per 45 minuti.
  2. Nel mentre la torta cuoce procedere con la glassa all'acqua, facendo sciogliere lo zucchero nell'acqua, a fuoco lento, per poi aggiungervi il cioccolato spezzettato. Amalgamare con un mestolo di legno e versare sulla torta impiattata. Decorare a piacere con nocciole o pezzetti di arancia candita.

 

ricetta-torta-autunnale

ricetta-torta-fondente-nocciole-rhum

 

Bevande/ Dolci e desserts

Frollini alla lavanda e limone

fare-biscotti-lavanda-limone

 

Non scrivo da tanto tempo nonostante avessi promesso di ripassare su queste pagine con maggior frequenza e costanza, ma l’estate è stata caldissima e faticosa, in più mi è uscita una stanchezza antica, quella di un anno di lavoro, di stress, di preoccupazioni e di delusioni e il fisico ha iniziato a cedere: ritornavo dal lavoro e mi stendevo sul divano sotto il climatizzatore boccheggiante mentre le uniche energie residue le dedicavo al mare, ad ore e ore di nuoto. Ho avuto una sorta di repulsione per tutto quanto attinesse al web, io che sono una computer dipendente, l’unico residuo di elettronica cui ho permesso la sopravvivenza è stato il Kindle, fidato amico di letture costanti in ogni momento della giornata. Ho cucinato poco, pochissimo, non mi sono impegnata nel creare alcuna ricetta particolare, nè nel provare nuovi accostamenti, proprio il minimo per la sopravvivenza.

Oggi piove a dirotto, ogni tanto spunta il sole, un sole umido e strano che tinteggia di rosso un cielo meraviglioso di tutti i colori, dipinto da nubi cariche di acqua, il tasso di umidità è alle stelle, l’aria è pesantissima e finalmente sono riuscita a dedicare una giornata a me stessa: in casa ci siamo io e la pelosetta mentre il marito lavora e il figlio si gode il penultimo giorno di vacanza prima dell’inizio della scuola.

In queste ultime settimane ho messo l’anima a riordinare, a buttare tutto il possibile e finalmente riesco a trovare tutto anche in cucina, nonostante le sue dimensioni ridottissime che mi costringono alle manovre più assurde e, guarda caso, mi sono trovata tra le mani un mazzo di lavanda regalatami da mio marito e che avevo lasciato a seccare in un angolo.

L’ho usata per preparare una brocca di the verde aromatizzato alla lavanda e anche dei biscottini, dei deliziosi frollini perfetti per accompagnarne una tazza e per avere una merenda che ci regali ancora un tocco di freschezza estiva.

Il burro che ho usato questa volta è stato fatto in casa: avevo della panna da montare non zuccherata e prossima alla scadenza, quindi è bastato continuare la sbattitura dopo averla montata per ottenere del buonissimo burro. L’ho rassodato nel frigorifero e poi passato nel freezer per non “bruciare” la frolla; nel caso è ottimo il burro bavarese.

 

Print Recipe
Frollini alla lavanda e limone
Tempo di preparazione 15 mins
Tempo di cottura 20 mins
Tempo Passivo 1 ora
Porzioni
50 pezzi
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 mins
Tempo di cottura 20 mins
Tempo Passivo 1 ora
Porzioni
50 pezzi
Ingredienti
Istruzioni
  1. Macinare la buccia del limone con i fiori di lavanda, aggiungere il resto degli ingredienti e impastare con il mixer o la planetaria molto velocemente; lasciare l'impasto, avvolto nella pellicola, nel frigorifero per almeno un'ora, stendere con il mattarello sulla spianatoia infarinata fino ad ottenere una sfoglia non troppo sottile, tagliare nelle forme desiderate ed infornate a 170° per circa minuti. Conservare in una scatola di latta.
Recipe Notes

Per il the verde aromatizzato alla lavanda ho versato due tazze di acqua nel bollitore, al sibilo ho versato l'acqua in una brocca di vetro, ho aggiunto due filtri di the verde lasciandoveli immersi per 5 minuti. Ho aspettato che il the si raffreddi e poi vi ho aggiunto due cucchiai di fiori freschi di lavanda macerati con il pestello (usando un filtro da the); ho riposto la brocca nel frigorifero per ottenere una bevanda salutare e rinfrescante.

Se proprio non ce la fate, sono ammessi due cucchiaini di miele.

Dolci e desserts

Plumcake leggerissimo allo yoghurt greco

Anche oggi è uscito il sole, nonostante le previsione infauste, e quando l’aria è piena di luce io sono frizzante nonostante la stanchezza, mi viene voglia di fare di tutto, di ordinare, pulire, rinnovare e dare aria nuova a ciò che mi circonda! Amo stare sul balcone, curare le piante, arredare il mio piccolo giardino che ultimamente è diventata la mia “location” preferita per immortalare i dolcetti che cuocio durante la settimana. La luce è meravigliosa, talora già troppo intensa, tant’è che sono costretta a schermarla per ottenere degli scatti decenti, ma è così che si impara, quindi ben vengano i problemi grazie ai quali si apprende come risolverli.

Ieri avevo ancora le meravigliose merendine che avevo postato, poi è passato da casa mio figlio con delle ragazzine e ovviamente il tutto è scomparso in tre minuti netti, quindi ho dovuto provvedere in poco tempo con qualcosa per la colazione di oggi e questo plumcake si è rivelato essere velocissimo, molto delicato, poco dolce e quindi perfetto per qualsiasi tipo di colazione.

Print Recipe
Plumcake allo yoghurt greco
Tempo di preparazione 5 mins
Tempo di cottura 60 mins
Porzioni
1 stampo grande da plumcake
Ingredienti
Tempo di preparazione 5 mins
Tempo di cottura 60 mins
Porzioni
1 stampo grande da plumcake
Ingredienti
Istruzioni
  1. Montare a lungo le uova con lo zucchero ed il sale fino ad ottenere un composto spumoso, poi aggiungere lo yoghurt, il burro, la buccia del limone, il latte e la vaniglia. Una volta amalgamato il tutto aggiungere la farina setacciata con il lievito e, da ultimo, l'olio a filo. Versare in uno stampo da plumcake piuttosto grande (non ho una misura esatta consigliata poiché io ho strabordato 🙂 ) e rivestito di carta forno e cuocere in forno preriscaldato, statico, per un'ora a 170/180 gradi. Ottimo per la colazione poiché è inzupposissimo e, essendo poco dolce e delicatissimo, si presta bene ad essere spalmato con della confettura o della Nutella.

 

CONSIGLIA Foresta di alberi innevati

Send this to a friend