Monthly Archives:

febbraio 2017

Economiche/ Light/ Ricette vegetariane/ Salse e sughi

Sapori scandinavi tra verdure e panna acida

Da molti anni sogno “il viaggio”, quello nel profondo nord, quello che avevamo già programmato ma che poi, a seguito di cause contingenti, è saltato… ed è da allora che penso e ripenso al “mio” grande nord, quello con le alci, il legno di betulla, le felci e le immense distese incontaminate di natura, quello in cui l’uomo incontra la terra e la terra dona all’uomo, nel massimo rispetto reciproco.

Immagino i ghiacci perenni, immagino il mare plumbeo dalle temperature proibitive eppure così ricco di merluzzi, salmoni ed aringhe, immagino un pescatore che lancia la lenza dopo aver praticato un foro nel ghiaccio, solo nel nulla, immagino il coraggio di uscire con i pescherecci finchè la bella stagione lo consente, immagino il pesce steso sugli essiccatoi ad ogni angolo di strada. Immagino le balene, immenso spettacolo della natura, immagino l’aurora boreale e la sua magia, ne immagino i sapori intensi della cucina, gli accostamenti agrodolci, il pesce ovunque, le verdure di stagione che sempre abbondano in tavola, i condimenti grassi e sostanziosi.

E ispirandomi a ciò ho portato la cena in tavola, con un occhio alla dieta e l’altro ad un tocco saporito e sfizioso!

Print Recipe
Verdure arrostite e salsa alla panna acida
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 40 minuti
Porzioni
3 persone
Ingredienti
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 40 minuti
Porzioni
3 persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. Tagliare il cavolfiore a pezzi grossolani, lasciando anche qualche foglia esterna, lo stesso fare con la zucca lasciando anche la buccia e togliendo i semi (che userò in seguito, una volta essiccati, in quanto sono ottimi e commestibili), foderare una teglia con della carta forno, deporvi le verdure e cuocere a 180° per 40 minuti (ho impostato la cottura ventilata). Nel frattempo tostare in padella i semi di zucca, coprendoli con un coperchio in quanto scoppiettano, poi aggiungerli alla panna acida e al succo di lime, frullando il tutto: si otterrà una deliziosa salsa profumatissima e dal sapore tipico del seme tostato, perfetta per intingervi le verdure arrostite e (per alleggerire l'apporto calorico) ne basta davvero poca!

E dopo tanto tempo ritorno anche con un po’ di musica…

Dolci e desserts

Mediants au chocolat

Chi mi conosce sa che non sono una ciocco-addicted, nonostante apprezzi moltissimo il cioccolato bianco, però riconosco che quando rincaso la sera, stanchissima, magari con un pranzo quasi inesistente che mi ha lasciata svuotata e con un calo di zuccheri pauroso, non sono nemmeno in grado di valutare come mettere insieme una cena che si rispetti se prima non mi riprendo.
Dopo una doccia bollente che mi ritempra riesco a ritagliarmi una mezzora di divano e una tazza di the caldo, almeno per riuscire a riprendere fiato, e proprio in quest’occasione mi sono resa conto che un bocconcino dolce che mi rimetta in sesto è un’idea saggia, un escamotage che mi permette di arrivare a tavola senza il rischio di sbranare qualcuno 🙂
L’idea mi è venuta giocando giorni fa con il cioccolato fuso usato per decorare dei biscotti, poi l’ho unito alle scorzette di arancia bio che avevo candito e mi sono detta che probabilmente i mediants sarebbero potuto essere dei validi spezzafame invernali e golosi, senza per questo esagerare con le calorie.

Alla fine si tratta di un classico dolcetto della tradizione francese, ma trovo che delle volte proprio la piccola pasticceria più semplice porti con sé un fascino irresistibile, privo di fronzoli, assolutamente minimalista eppure raffinatissimo: ecco, questa è l’idea che ho sempre avuto dei mediants. Ogni qualvolta fondo del cioccolato ne sento l’aroma nell’aria, quell’aroma dolce e leggermente vanigliato che mi riporta ad un mondo da film, in una di quelle atmosfere torbide alla “Chocolat”, lente ma sempre pervase da un tocco di dolcezza raffinata nella sua semplicità.

Amo la frutta candita, la amo davvero tanto, così questa volta sono riuscita a trovare delle fantastiche arance biologiche in un supermercato sloveno: potevo buttare via anche solo mezza buccia? Non sia mai! Però l’idea di lasciarle a mollo tre giorni mi sconvolgeva parecchio, quindi mi sono limitata a bollirle per tre volte di fila con il Bimby e poi a candirle mettendo in un tegame antiaderente pari peso di bucce (dopo la bollitura), di zucchero e di acqua, lasciando sul fuoco fino a consumare lo sciroppo, per poi ripassarle in un po’ di zucchero semolato. Una teglia me la sono divorata così, erano irresistibili! Il resto è stato usato così, come le vedete sui mediants…

Print Recipe
Mediants au chocolat
Porzioni
Ingredienti
  • q.b. cioccolato del tipo preferito (io ho usato il fondente e quello bianco)
  • q.b. frutta secca a piacere (sia a guscio che disidratata)
  • q.b. frutta candita (ho usato anche le scorze delle arance bio e candite in casa)
Porzioni
Ingredienti
  • q.b. cioccolato del tipo preferito (io ho usato il fondente e quello bianco)
  • q.b. frutta secca a piacere (sia a guscio che disidratata)
  • q.b. frutta candita (ho usato anche le scorze delle arance bio e candite in casa)
Istruzioni
  1. Ho fuso il cioccolato al microonde, a bassa temperatura per non bruciarlo e controllando spesso la situazione (sono nota per aver quasi appiccato un incendio in casa di recente), senza temperarlo perché per un uso immediato non ne ravvisavo la necessità, e ho iniziato a stenderlo a cucchiate sulla carta forno, poi ho atteso qualche minuto affinchè si rapprenda, Ho aggiunto su ogni dolcetto delle scorzette di arancia, dello zenzero candito, mandorle spezzettate, pinoli e uva passa. Lasciar solidificare e poi staccare: conservare in una scatola di latta (se durano...). Sono delle piccole perle di golosità ottime in qualsiasi occasione e perfette per un piccolo pensiero da donare all'amica del cuore, anche se le feste sono terminate, ma le amiche del cuore golose ci sono tutto l'anno!
Recipe Notes

La nota di sapore aggiuntiva particolare è stata data dallo zenzero candito (grazie al mio personale elfo Simon che me l'ha portato a Natale 🙂 ), ma si può osare anche con della cannella, dello zenzero in polvere, con un pizzico di peperoncino o di pimento macinato al momento... insomma un pasticcino semplicissimo ma che si apre ad un mondo di creatività!

CONSIGLIA Foresta di alberi innevati

Send this to a friend