Monthly Archives:

dicembre 2016

Dolci e desserts/ Natale

Prove tecniche di pasticceria: i frollini glitterati!

Da un po’ di giorni sto gironzolando da un blog all’altro e vedo un tripudio di dolcetti natalizi, le mie amiche sfornano biscotti come non ci fosse un domani, non faccio che vedere scatti perfetti di biscotti perfetti mentre io, come al solito, annaspo tra fisioterapisti, farmacie, badanti ammalate e mamma che scalpita perchè vuole (giustamente) riprendersi la propria vita. Ogni tanto lo stress ha la meglio e vado fuori dai gangheri con il primo che mi capita a tiro, ma la stanchezza è oramai ai limiti di guardia, le ore di sonno sono irrisorie e qualche strillo me lo perdonano, però oggi le uniche due ore libere le ho volute impegnare diversamente dal consueto “fare la larva sul divano” e mi sono avventurata con i biscotti. Che poi son certa che a voi sembrano una banalità, ma a me la pasta frolla non è mai venuta decentemente! Comunque premetto che anche questa volta ci ho messo due giorni per farli (sto migliorando rispetto ai gingerbread): uno per l’impasto e l’altro per tutto il resto, ma almeno la frolla è venuta perfetta (grazie Lucia!).

Li ho voluti intinti nel cioccolato bianco, che adoro, e cosparsi di glitter e di piccoli lapislazzuli turchesi, dei colori che anche in prossimità del Natale mi ricordano il mare! Dai che forse posso sperare di preparare anch’io dei pacchetti decenti da regalare alle amiche… mi alleno ancora un po’ e poi vai di frollini!

Print Recipe
Frollini
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 60 minuti
Porzioni
40 biscotti
Ingredienti
Per la frolla:
Per la decorazione:
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 60 minuti
Porzioni
40 biscotti
Ingredienti
Per la frolla:
Per la decorazione:
Istruzioni
Per la frolla:
  1. Impastate velocemente con la planetaria tutti gli ingredienti, unendo il burro freddo a pezzetti per non "bruciare" l'impasto, richiuderlo nella pellicola e tenerlo nel frigorifero per almeno un'ora (io ce l'ho lasciato fino all'indomani), poi stenderlo mantenendo lo spessore di mezzo centimetro aiutandosi con la spianatoia ed il mattarello sempre infarinati; tagliare i biscotti con le formine preferite ed infornare a 170°C. per 15 minuti circa.
Per la decorazione:
  1. Fondere il cioccolato al microonde, intingervi la parte di frollino che si vuole decorare e poi farvi aderire le codette. Lasciar asciugare pochi minuti.

Dolci e desserts/ Natale

I gingerbread cookies che riscaldano il cuore

Che questo non sia il mio anno migliore oramai lo hanno capito anche i sassi, ma non demordo e mi sono imposta di cucinare qualcosa di bello e profumato, che sa di Natale e affetto, di focolare e di famiglia, di tradizione e di appagamento: non è un periodo meraviglioso eppure mai come quest’anno ho ricevuto manifestazioni di affetto da chi nemmeno mi ha mai conosciuta di persona, da “amiche di web” che mi hanno capita e voluta bene sulla fiducia e che me lo hanno dimostrato ampiamente perchè per me hanno speso del tempo, hanno cercato di realizzare quello che è il “regalo perfetto” pur senza avermi mai incontrata, hanno cucinato per me e siccome sono sempre dell’opinione che nutrire gli altri sia un atto di amore incondizionato e disinteressato va da sè che tutto ciò mi abbia colpita nel profondo.
Grazie a loro mi sono resa conto che il Natale è alle porte e ho voluto almeno tentare di infornare qualcosa, pur se a fatica: un giorno mi è andato per impastare, un altro per stendere quanto preparato ed infornare i biscotti, un altro ancora per rendermi conto che tre quarti si erano sfasciati, l’ultimo per decorarli (con scarso risultato oltretutto) e oggi per fotografare i pochi superstiti… con la conclusione che essendomi mangiata i rottami posso garantire che sono buonissimi!
Quindi traete insegnamento dalla mia esperienza: non toccateli per 24 ore! E buona fortuna….

 

Print Recipe
Gingerbread
Procedimento
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 1 ora
Porzioni
15-20 biscotti grandi
Ingredienti
Per l'impasto:
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 1 ora
Porzioni
15-20 biscotti grandi
Ingredienti
Per l'impasto:
Istruzioni
  1. Impastare velocemente tutti gli ingredienti, possibilmente usando la planetaria o altro strumento analogo, in modo da non riscaldare troppo il burro; mettere il panetto ottenuto, avvolto nella pellicola, in frigorifero per almeno un'ora. Successivamente stendere con il mattarello sulla spianatoia infarinata e usare le formine per tagliare i biscotti, appoggiarli subito sulla leccarda ed infornare a forno statico a circa 170°C. per 15 minuti. Una volta sfornati lasciarli a riposo sino a completo raffreddamento per evitare di romperli: potete anche farli con un giorno di anticipo poichè (provato a mie spese) per molte ore rimangono fragilissimi.
  2. Inserire la glassa in una sac a poche con il beccuccio molto sottile o in una siringa per dolci e poi decorare a piacere (chiedo pietà per la parte decorativa perchè ancora non ci ho preso la mano).

 

Ifood/ IFoodStyle

Sfogliare “Ifoodstyle speciale Natale” e sentirsi accanto al camino…

ifoodstyle-skin

Nei miei desideri di questo periodo c’è proprio ciò mi manca, a causa di svariati motivi e di problemi ancora irrisolti, eppure l’atmosfera calda e profumata di cannella non me la voglio perdere, anche se quest’anno non mi potrò allontanare dalla mia città, anche se di relax non se ne parla proprio, anche se la serenità latita da un bel po’ di tempo…
Ho almeno la fortuna di vivere in una città che in questo periodo non si fa mancare la tipica atmosfera nordica, un po’ per il clima e un po’ grazie al secolare retaggio austro-ungarico che ci caratterizza, quindi riesco ad essere un po’ turista anche a casa mia, sempre con il desiderio di sfornare omini di pan di zenzero e cuoricini speziati, con la cura tipica che queste preparazioni richiedono, con il tempo e la dedizione necessari a creare dei piccoli gioielli da appendere ai rami dell’abete. Non lo so ancora se riuscirò a fare qualcosa, ma gli stampi sono già pronti sul ripiano della cucina da un paio di giorni, perché la speranza è sempre l’ultima a morire e nel frattempo sfoglio questa magnifica rivista, ancora una chicca uscita dalle mani delle amiche di Ifood, ancora una volta un capolavoro!
Buona lettura 🙂

Conserve/ Dolci e desserts

Caramel au beurre salè (caramello al burro salato)

foto3Premessa: l’italiano medio demonizza il burro. Se poi è pure salutista, animalista, vegano o produttore d’olio d’oliva ancora di più. Non parliamo dell’italiano a dieta (salvo poi strafogarsi di croissant al bar), quello è la specie peggiore: niente burro, il sale è il demonio, l’acqua del rubinetto fa malissimo, pure l’olio d’oliva dev’essere dal sapore delicato.

Ecco, ora sappiatelo: io amo il burro! E’ grasso? Bene, è proprio perché è grasso che è saporito! Amo il burro giallo e grassoccio, adoro il grasso del prosciutto (è la parte migliore), mi piace da matti il buono e vecchio strutto e adoro i ciccioli, tiè!

E poi voglio vedere come lo fate un caramello al burro salato con l’olio… me lo spiegate? Con tutto il rispetto per l’olio (sono figlia di un toscano e per l’olio buono porto una riverente ammirazione), ma vivo pure in una città di tradizione austro-ungarica, quindi il burro quando ci va ci va. Punto. E guai a voi se mi portate in tavola quello light che sa solo d’acqua.

Insomma, se c’è da farsi male facciamolo almeno bene!

foto2

foto1

Print Recipe
Caramello al burro salato
Procedimento: Versare lo zucchero in un pentolino antiaderente, facendo attenzione a non utilizzare alcun utensile che potrebbe far impazzire il caramello a seguito dello sbalzo di temperatura, limitandosi quindi ad inclinare il tegame per muovere continuamente lo zucchero; non appena questo inizierà a brunire leggermente aggiungere la panna e portare lentamente ad ebollizione mescolando con un mestolo in legno, poi spegnere il fuoco, aggiungere il burro ammorbidito e cuocere ancora pochi minuti. Versare in un vasetto di vetro pulito e sterilizzato e conservare in frigorifero: se ce la fate a non farlo fuori a cucchiate è perfetto sulle crepes, sul gelato e per decorare i dolci (se viene refrigerato è perfettamente plasmabile)... insomma è molto versatile, ma a me finisce subito già a colazione spalmato sul pane! 🙁
Porzioni
1 vasetto
Ingredienti
Porzioni
1 vasetto
Ingredienti

CONSIGLIA Torta di mais

Send this to a friend