Monthly Archives:

gennaio 2014

Bimby/ Dolci e desserts

La mia crostata di mele in un giorno di pioggia

20140131_151018

Piove ticchettando sulle foglie e dal terrazzo ne sento il profumo,

il cielo plumbeo è tinto di mille colori che si fondono dal grigio perla al violetto,

apro la finestra e una folata gelida mi investe sino alle ossa con la sua carica di umidità,

pochi passanti con galosce e ombrelli colorati passano facendo scick-sciack nelle pozzanghere,

ci sono raffiche di vento impietoso che piegano le fronde, ma gli alberi giocano e ridono,

guardo il bosco e stento a riconoscere la piccola foresta che mi illumina gli occhi a primavera

e che le sere d’estate mi regala un po’ di refrigerio,

alzo gli occhi dove ogni sera d’estate al tramonto c’è lo stesso gabbiano che grida allo stormo,

ma ora c’è solo tanta, tantissima acqua che scende…

sono appena rincasata, bagnata come un pulcino, sono acciambellata al caldo con le mie canine,

posso non pensare a nulla, posso mettermi in cucina e riscaldare il gelo con una crostata di mele

come le altre, che però alla fine come le altre non è. E’ la mia crostata di mele.

20140131_150953

Ingredienti per la frolla:

la scorza (solo parte esterna) di un’arancia grossa (che io non ho grattugiato, ma frullato insieme allo zucchero non perdendo così nemmeno una goccia di olio essenziale)

80 g. di zucchero

300 g. di farina

1 uovo medio

1 tuorlo

130 g. di burro

1 cucchiaino di lievito per dolci

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Ovviamente, come per qualsiasi frolla, l’impasto va lavorato velocemente per non “bruciare” il burro, ma se (come la sottoscritta) non volete sporcare la cucina usate la planetaria oppure, se avete il Bimby, amalgamate tutto per 20 sec. a vel. 5; mentre procedete alla preparazione della farcitura approfittatene per raffreddare il panetto nel frigorifero.

Ingredienti per la farcitura:

3 mele pelate e tagliate a spicchi

120 g. di zucchero

50 g. di burro

1 uovo medio

50 g. di farina

100 g. di latte

30 g. di pinoli

20140131_150941

Per la preparazione della crema ho usato il Bimby ponendo tutti gli ingredienti nel boccale (tranne le mele e i pinoli) e mescolando per 1 min. a 40° e a vel.5, altrimenti usate un pentolino e mescolate finchè il tutto non si amalgama bene: la crema risulterà comunque molto liquida in quanto dovrà solo essere versata sulla frolla stesa sulla quale avremo disposto gli spicchi di mela a raggiera; solo da ultimo faremo cadere a pioggia i pinoli.

Infornate a 180° per 40 minuti a forno ventilato: avrete un dolce semplice, profumato, con la dolcezza della crema, la burrosità della frolla, l’acidulo della mela e la croccantezza del pinolo tostato… ottima oltre ogni più rosea aspettativa!

20140131_151026

DBCFCB9E800D96256F2947FD8B40B721

Antipasti e stuzzichini/ Bimby

Stuzzichini ed emozioni

Due giorni, due appuntamenti, due emozioni.

Ieri il corso di cucina Bimby, evento organizzato per le acquirenti e al quale non davo molto peso, ma che si è rivelato una bella occasione per apprendere alcune nozioni in più e per curiosare tra nuove ricette, occasione alla quale ho rischiato di tardare perchè il panorama era mozzafiato e non potevo non affrontare la bora che sferzava il mare e che spazzava il molo per scattare alcune fotografie… la luce era meravigliosa!

20140128_16573020140128_16582620140128_16574720140128_16572620140128_165717

L’atmosfera che ho trovato all’interno dell’edificio che ci ospitava mi ha immediatamente riscaldato le membra intorpidite dal gelo, ma soprattutto la curiosità ha prevalso immediatamente, specie per quanto riguarda l’antipasto proposto e che ho voluto replicare oggi stesso, in occasione del mio incontro con “lei“.

Era da tanto che volevamo incontrarci in quanto viviamo nella stessa città, ma lei ha saputo attendere pazientemente che io riuscissi a districarmi tra i mille impegni con i quali mi affanno ogni giorno… e finalmente il momento è arrivato!

Ho preparato gli stuzzichini proposti al corso e alcune crocchette di patate, anche se lei è bravissima e non si concede golosità deleterie per la linea, tuttavia sapevo  che se avesse avuto fame non avrebbe dovuto far altro che allungare una mano e il cibo lo avrebbe trovato… e io sono contenta così perchè sono del parere che l’ospitalità sia il primo passo verso la propria serenità.

Lei mi ha chiesto come me la sarei aspettata, come la immaginavo, ma io non mi aspettavo nulla, sapevo solo che dalle sue parole arrivatemi per il tramite del blog mi piaceva e quindi ciò mi bastava: e infatti lei è intelligente come già sapevo, è schietta come già sapevo, è educata e rispettosa come già sapevo. Mi è piaciuta. Punto.

20140129_142546

E questi sono gli stuzzichini.

Pane scugnizzo:

Ingredienti per una leccarda:

250 g. di mozzarella

40 g. di olio evo

60 g. di acqua

250 g. di farina

1 cucchiaino di zucchero

2 cucchiaino di lievito madre liofilizzato

1 cucchiaino di sale

würstel e olive nere per la farcitura

Procedimento (non ho ancora trovato un adattamento per la cucina tradizionale senza il Bimby):

Tritare la mozzarella nel boccale 10 sec. a vel.6

Aggiungere l’olio e l’acqua e frullare 8 sec. a vel.6

Aggiungere la farina, lo zucchero e il lievito e lavorare 1 min. a vel.6

Aggiungere anche il sale e lavorare ancora 2 min. a vel.6 e altri 2 min. a vel.spiga

Formare delle palline grosse come una noce, praticare un incavo con le dita e lasciar lievitare ancora un po’ prima di farcire con i pezzettini di würstel e con le olive denocciolate e di cuocere in forno statico a 18° per circa 20 minuti.

20140129_142556

Crocchette di patate:

Ingredienti:

300 g. di patate

pan grattato

4 cucchiai di parmigiano

2 uova

prezzemolo a piacere

1 pizzico di sale

Procedimento:

Ho grattugiato sia il parmigiano che il pane con pochi secondi a vel.8, poi li ho messi da parte e nel cestello ho cotto le patate affettate a temp.Varoma per 20 minuti.

Poi le ho inserite nel boccale e ho azionato per 10 sec. la vel.4, ho aggiunto il prezzemolo, il pan grattato (q.b.), le uova, il parmigiano e il sale, amalgamando per 10 sec. a vel.4.

Ho formato le palline con le mani umide e le ho ripassate in altro pangrattato prima di dorarle nell’olio bollente per pochi minuti.

20140129_142639

DBCFCB9E800D96256F2947FD8B40B721

Dolci e desserts

Il momento per se stessi

20140123_152407

Tutto cambia, anche quando sembra non possa accadere nulla di diverso dal consueto, anche quando sai che stai risolvendo gli ultimi problemi economici, che i genitori sono anziani ma in condizioni abbastanza stabili seppur precarie, che il figlio ha recuperato tutte le insufficienze prima degli scrutini… poi però in poche ore cambia tutto, un genitore ha un problema e inizi a trascorrere la prima notte al pronto soccorso, il problema si risolve ma inizi a lottare al lavoro per avere ferie e permessi per accompagnarlo agli accertamenti medici, arrivano spese improvvise ed insostenibili per i nostri modesti stipendi e i docenti cambiano idea, negando il sei tanto faticosamente guadagnato e mandando il ragazzo in una crisi di disistima… e come al solito tutto piove sulle mie spalle e sono pesi tanto sentiti che la notte non dormo dal male alla schiena, tutti in un sol colpo sono davvero troppi… allora prendo fiato, mi metto ai fornelli e inizio a creare una pastafrolla consolatoria e ripiena di una crema al limone delicata di burro e amarognola nel contempo perchè fatta con i limoni di Sorrento, quelli che hanno il “pane” spesso e che quindi conferiscono un tocco particolare ai dolci… e mi calmo perchè il profumo che esce dal forno è dolce e delicato e la crema è diversa, non stucchevole, non grassa, si sposa alla perfezione con la burrosità dell’impasto… e sorrido!

20140123_152329

Ingredienti per l’impasto:

300 g. di farina

150 g. di zucchero

100 g. di burro bavarese

2 uova medie

mezza bustina di lievito per dolci

Ingredienti per la crema:

1 limone di Sorrento bello grosso

2 uova medie

20 g. di burro bavarese

100 g. di zucchero

Per l’impasto non ho fatto altro che mescolare il tutto con il Bimby (o la planetaria o un mixer qualunque) e poi ho steso circa metà dell’impasto nella terrina; poi ho frullato tutto il limone, buccia compresa, nel Bimby, aggiungendovi anche gli altri ingredienti previsti per la crema, poi ho cotto tutto 8 minuti a 90°, vel.3, ma sarà sufficiente cuocere in un pentolino a fiamma bassa finchè non si amalgama il tutto in modo omogeneo . Ho poi versato la crema sull’impasto precedentemente steso e ho ricoperto il tutto con la frolla rimanente e infornato a 180° ventilato per circa mezzora.

20140123_152418

DBCFCB9E800D96256F2947FD8B40B721

Dolci e desserts/ Uncategorized

I believe in dreams

20140113_194327

Gingerbread cake

I believe in pink,

I believe that laughing is the best calorie burner

I believe in kissing, kissing a lot,

I believe in being strong when everything seems to be going wrong,

I believe that happy girls are the prettiest girls,

I believe that tomorrow is another day and

I believe in miracles.

Queste fantastiche parole di Audrey Hepburn incarnano quanto voglio per me nella mia vita, a dispetto delle difficoltà, delle fatiche di ogni giorno, delle piccole invidie che amareggiano alcuni momenti, delle persone negative che talora si incontrano sulla propria strada, perchè credo che sorridere alla vita sia la scelta più saggia che può portare solo al bene, perchè è bello guardare chi ci passa accanto sfiorandoci, è bello fermarlo, conoscerlo e toccarlo perchè sicuramente ha qualcosa da insegnarci, perchè credo che tutti nascano sinceri e onesti e che perdano il loro candore lungo la vita ma io non ci sto, perchè credo che se semino bene posso raccogliere ancora meglio, perchè credo che alcune scelte dolorose vadano fatte per il proprio bene e sia giusto tagliare i ponti con chi ci fa star male, perchè credo che se lavoro duramente e onestamente i risultati arriveranno, perchè so che se non mollo posso fare qualunque cosa desideri, perchè credo che ognuno di noi abbia delle potenzialità inespresse incredibili, perchè credo che un po’ di pepe nella propria esistenza sia fondamentale, perchè credo che le spezie non possano mai mancare nel mio mondo.

Con le spezie ho voluto riprendere una ricetta stupenda pubblicata da Francesca (le cui foto però lo rendono divinamente bello) e che ripropongo un po’ a modo mio, con i miei immancabili sorrisi e il mio pizzico di pepe!

20140113_194357

Ingredienti per il Gingerbread cake:

90 g. di burro

200 g. di farina

50 g. di zucchero di canna

3 cucchiai di miele millefiori

3 uova

un pezzettino di zenzero (circa 3-4 cm)

mezzo cucchiaino di cannella

mezzo cucchiaino di chiodi garofano in polvere

un pizzico di noce moscata

un pizzico di pepe

mezzo cucchiaino di pimento

due cucchiaini di scorzette di arancia essiccate e macinate

I passaggi sono ben pochi, l’importante è montare gli albumi a neve e grattugiare bene lo zenzero, per il resto è sufficiente mescolare con cura il tutto con la planetaria o con un robot da cucina, poi cuocere il gingerbread in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti (io ho usato il forno ventilato).

20140113_194343DBCFCB9E800D96256F2947FD8B40B721

Bevande/ Bimby

Festeggio il ritorno del portatile con un brindisi allo zenzero!

20140111_160038

Ci siamo, sono finalmente ritornata!!! Sono rimasta senza computer per tanto, troppo tempo… non sono riuscita nemmeno a postare le ricette natalizie che lo spinotto della corrente mi ha lasciata, la batteria ha ceduto e il sistema operativo si  inchiodato: perfetto… ero già in piena consultazione del sito della Sony per acquistare un altro Vaio quando il tecnico ha fatto il miracolo, pur avvisandomi che a breve dovrò affrontare un nuovo acquisto.

Oramai per le ricette natalizie non ho più tempo, ma un tocco speziato ci sta ancora bene, quindi perchè non iniziare con lo zenzero? Adoro questa radice, ha un tocco piccante che amo anche semplicemente bollita nell’acqua per poi ottenere un magnifico infuso che mi riscalda nelle serate invernali, però ho voluto farne una bevanda da tenere pronta in frigorifero e il risultato è stato assolutamente soddisfacente… un liquido ambrato, piccante, con un pizzico di acidità e leggermente dolce… provatelo!

Una bottiglia di questa bevanda gradevole e stimolante mi ha accompagnata in Sudtirolo, dove ho passeggiato nella neve fresca, alta fino alle ginocchia, mentre vedevo le cagnoline correre felici, finalmente libere dal guinzaglio e senza pericoli… è stata gradita dopo una giornata di sci quando, all’ultima discesa sulle piste dell’Elmo, ho valutato che sciare non mi diverte più e che vorrei provare a passeggiare nei boschi con le ciaspole, mi ha riscaldata in quei quattro giorni di riposo fisico e mentale, quando mi è uscita una stanchezza antica e sarei rimasta tutto il giorno in camper a dormire o a leggere il quintale di libri scaricati sul Kindle.

Monte Elmo

Monte Elmo

Dopo il Sudtirolo abbiamo messo in moto per fermarci in Baviera, nella mia amata Monaco, la città che più amo in Europa, dove ho camminato, camminato e camminato, incantandomi sempre davanti al Rathaus di Marienplatz, amando i percorsi in metropolitana, passeggiando con circospezione davanti alle vetrine chic di Maximilianstrasse o allegramente nel vivacissimo caos, pur sempre “tedescamente silenziosissimo”, di Kaufingerstrasse… beh, confesso che lì la birra scorreva a fiumi, ma una tazza di zenzero non è comunque mancata!

Un Mass all'HB.... altro che zenzero!

Un Mass all’HB…. altro che zenzero!

L'HB, la più antica e rinomata birreria di Monaco

L’HB, la più antica e rinomata birreria di Monaco

I soffitti, magnificamente affrescati, dell'HB

I soffitti, magnificamente affrescati, dell’HB

Premetto che ho usato il Bimby, come al solito per praticità, ma la preparazione è semplice e veloce anche con una semplice pentola: ho fatto bollire lo zenzero tritato con lo zucchero e il miele, il succo di limone, l’acqua e le bacche di cardamomo e poi ho semplicemente filtrato il tutto e imbottigliato; va conservato in frigorifero.

20140111_160014

Ingredienti:

70 g. di zenzero

160 g. di zucchero di canna (io ho usato 50 g. di zucchero semolato e 50 g. di miele millefiori)

il succo di due limoni

750 g. di acqua

le bacche di 6 semi di cardamomo

Con il Bimby ho impostato 15 min., 100 gradi, vel.3, ma basta bollire pochi minuti il composto prima di filtrarlo.

20140111_160003

DBCFCB9E800D96256F2947FD8B40B721

CONSIGLIA Foresta di alberi innevati

Send this to a friend