Monthly Archives:

settembre 2013

Dolci e desserts

I biscotti del sabato mattina

2013-09-28 15.41.03

Sabato mattina. Inaspettato. Lui si è occupato di nostro figlio e delle cagnette… silenzio in casa mentre scendo pigramente dal letto, mentre sorseggio una scodella di latte nel tepore dell’ultimo sole di settembre… inizio a camminare senza la consueta frenesia, in tuta e a piedi nudi, lontana anni luce dallo stress settimanale, dalla merenda per il piccolo, dallo zaino da controllare, dalle urla concitate ad un ragazzino che è sempre in ritardo, lontana dai tailleur e i tacchi a spillo che mi portano all’ufficio e ai dolori della gente.

Casa mia è un nido ovattato che mi riconcilia con il mondo, i balconi sono inondati dal sole, dalle finestre entra un tepore dolce, rilassante, voglio rimanere in silenzio, senza musica, senza televisione… solo il fruscio delle pagine di un libro mentre mi stiracchio come un gatto, mentre mi godo un momento solo per me, una coccola inaspettata donatami da lui, da lui che, pur alzandosi prima del levar del sole per andare al lavoro, mi ha voluto donare questa mattinata tutta mia…

In questo silenzio apro il frigorifero, poi curioso nella dispensa, la mia attenzione viene attratta da un albume che da due giorni cerca il suo destino finale e da mezzo pacchetto di nocciole che tristemente se ne sta in attesa di contribuire ad esaltare il sapore di qualche dolcino….

Non peso nulla, anche perchè la dolcezza della mattinata viene turbata da un guasto alla bilancia, ma monto l’albume a neve con un pizzico di sale e parte dello zucchero che, fortunatamente, avevo pesato la sera prima per un’altra ricetta e che nel frattempo ho macinato per ottenere la consistenza dello zucchero a velo, poi frullo le nocciole e le unisco all’albume, aggiungo la restante parte di zucchero, mescolo ancora un attimo e dispongo il composto, a cucchiaiate, sulla placca del forno: dopo una mezzoretta ho avuto dei biscottini deliziosi, degni di una mattinata dolcissima!

2013-09-28 15.40.51

Ingredienti:

1 albume (cui mescolare 20 g. di zucchero a velo)

100 g. di nocciole

80 g. di zucchero (da mescolare alla fine)

1 pizzico di sale 

Il forno va tenuto a 120, max 130°C., per non sciupare gli albumi, per 30 minuti.

2013-09-28 15.39.18DBCFCB9E800D96256F2947FD8B40B721

Un po' del mio mondo

Nulla viene per caso….

2013-09-24 15.33.56

Me lo dicevi che nulla viene per caso, non ci credevo e pensavo fosse il tuo modo per guarirmi il cuore da una delusione profonda, me lo ripetevi che nulla viene per caso, ma c’è chi è entrato nella mia vita per aiutarmi a superare degli ostacoli insormontabili, chi c’è uscito perchè anche da questo dolore ho imparato qualcosa, nulla viene per caso perchè da ogni esperienza ho imparato ad amare di più, nulla viene per caso perchè ho ricevuto sempre e solo amore, anche da chi mi ha solo sfiorata ed è andato avanti per la sua strada…

E’ vero che nulla viene per caso perchè è dal caos che nascono l’ordine, la voglia di migliorare la realtà, la soddisfazione di se stessi… veramente nulla viene per caso perchè da ogni esperienza negativa nascono la riflessione  e la conoscenza, nulla viene per caso perchè ciascuno di noi ha il grande dono di potersi rimettere in discussione e di essere felice…

Ho capito che nulla viene per caso perchè il mio passaggio ha insegnato ad amare la vita a chi aveva perso la fiducia, ho capito che nulla viene per caso perchè non sono mai stata dimenticata, ho capito che nulla viene per caso perchè io non ho mai dimenticato, perchè questi sono gli insegnamenti che ne ho saputo trarre…

Avevi ragione, nulla avviene per caso, nemmeno il male perchè impari ad apprezzare il bene e più male ricevi più provi gioia nell’amare l’onestà, la schiettezza, la gentilezza… e sai che il bene ritorna indietro se ne hai donato a piene mani, perchè la gentilezza non costa nulla eppure troppo spesso si perde per la strada dell’egoismo…

Dolce amica, nulla viene per caso, nemmeno tu sei venuta per caso, il destino ci ha legate in un modo che mai mi sarei aspettata… ed è a te che dedico questo momento magico con il profumo dei suoi brownies…

2013-09-24 15.34.14

Brownies alle nocciole

Ingredienti:

2 uova intere

170 g. di zucchero

150 ml. di olio di girasole

30 g. di cioccolato amaro grattugiato

un pizzico di sale

un cucchiaino di lievito per dolci

aroma vaniglia a piacere

100 g. di nocciole tritate

Procedimento:

Io ho inserito tutti gli ingredienti nel mixer, esattamente nell’ordine in cui li ho elencati, facendo attenzione che lo zucchero e le uova, una volta unite, incorporino aria formando un composto spumoso, quindi vanno sbattute con cura e a lungo; tutto il resto lo si aggiunge un po’ alla volta, senza grandi cure e con molta praticità…. oltretutto le nocciole vano tritate senza essere spellate, affinchè mantengano tutto il loro sapore e il loro aspetto rustico.

Il composto va versato in una pirofila oleata e messa nel forno caldo a 180°C. per circa 25 minuti: poco e semplice lavoro per un’esplosione di sapori con il quale festeggio finalmente l’acquisto del forno nuovo, regalo dei miei genitori per il tredicesimo anno di vita in comune con mio marito.

2013-09-24 15.34.19

DBCFCB9E800D96256F2947FD8B40B721

Autoproduzione/ Bevande/ Conserve/ Un po' del mio mondo

Colori di settembre e preludio d’autunno ♥

 

2013-09-04 19.16.03

I colori non sono solo colori, sono sensazioni ben precise e hanno un carattere proprio: il rosso è una patata bollente, il bianco è la morbidezza dell’ovatta, il marrone è morbidissimo e caldo, l’arancione non è solo solare, ma anche il colore dei boschi di ottobre, quando le foglie virano dal verde al giallo, per poi raggiungere punte di rosso fuoco come quelle del sommacco dei miei boschi.

Settembre detestato per decenni, foriero di un disagio profondo, del termine delle scorribande estive fatte di spiagge e discoteche, delle nuotate in notturna quando l’acqua è fluorescente sotto la luna piena, settembre da poco apprezzato grazie ad un nuovo amore nei confronti dell’autunno, caldo, romantico ed accogliente, stagione di riposo dopo gli eccessi estivi, il calore e il divertimento sfrenati.

Settembre, stagione di piccole coccole, di colori caldi e di tazze di the con i dolcetti, di passeggiate nei boschi con la famiglia, preludio di caldarroste con il vino novello e di di cioccolate calde con la cannella, settembre di fichi e di more, ma anche di bacche di sambuco, succose e scurissime, che ti lasciano le dita viola quando le raccogli, con cui fare la marmellata per le crepes o aromatizzare la grappa, ma questa volta ho dato la precedenza alle frequenti tossi invernali di mio figlio e ho preparato lo sciroppo, che è buonissimo da bere anche diluito con acqua e limone.

Il procedimento è semplicissimo e con poco lavoro ho fatto scorta di bottiglie per l’inverno, come una formichina, ma sarebbe stato un peccato non sfruttare questi preziosi doni di stagione che la natura ci offre!

Dopo aver sgranato le bacche le ho frullate molto velocemente e ho aggiunto metà dell’acqua prevista dalla ricetta e il succo di limone, poi ho lasciato macerare ventiquattrore in un contenitore di vetro coperto da un piatto; trascorso il tempo necessario alla macerazione, ho filtrato il liquido con un colino da the e solo a questo punto ho aggiunto il resto dell’acqua, lo zucchero e portato ad ebollizione, in modo da versare immediatamente lo sciroppo nei vasetti o nelle bottiglie precedentemente sterilizzati ed ottenere il sottovuoto capovolgendo il contenitore.

Un cucchiaio di sciroppo puro è ottimo per la tosse mentre, volendo preparare una bibita dissetante, diluire una parte di sciroppo con quattro di acqua, aggiungere del ghiaccio e una fetta di limone (io qui ho usato l’arancia).

Ingredienti:

200 g. di bacche sgranate

400 g. di acqua

100 g. di zucchero

il succo di mezzo limone

E’ stata bello e rilassante la preparazione di questo sciroppo, dopo aver sgranato una quantità non da poco di bacche, insieme ad un’amica che imparava da me il procedimento, con gli insetti che uscivano dal sacchetto facendo sobbalzare mio figlio (e anche la mamma che li doveva accompagnare sul balcone, lo confesso….), ma ridendo come pazze e, per una volta, pensando un po’ a noi stesse con calma e tranquillità, scambiandoci chiacchiere e piccoli segreti… sarà stata la rilassata atmosfera di settembre?

2013-09-04 19.14.17

Vi lascio con un po’ di buona musica, con uno dei brani che prediligo, in grado di riconciliarmi con il romanticismo che prelude all’autunno….

DBCFCB9E800D96256F2947FD8B40B721

CONSIGLIA Torta di mais

Send this to a friend